Progetto di educazione motoria e movimento espressivo

L’educazione motoria riveste oggi nella scuola un ruolo molto importante. Il movimento è difatti il primo fattore di apprendimento: cercare, scoprire, giocare, saltare, correre a scuola è fonte di benessere e di equilibrio psico-fisico.

I bambini portano a scuola il proprio corpo, ci giocano e lo rappresentano, comunicano, si esprimono con la mimica, si travestono, si mettono alla prova ed è proprio attraverso questa sperimentazione che percepiscono la completezza del proprio sé, consolidando autonomia e sicurezza emotiva.

“Favorire uno sviluppo armonioso del bambino vuol dire, prima di tutto, dargli la possibilità di esistere come persona unica nella propria originalità ed in continua evoluzione e offrirgli le condizioni più favorevoli per comunicare, esprimersi, creare e pensare”.
(B. Aucouturier)
La casa dei pirati.

A chi è rivolto il nostro progetto?

Il progetto si rivolge a tutti gli asili nido, scuole dell’infanzia e primaria di Torino e provincia e ai propri bambini con la possibilità di includere anche le Sezioni Primavera.

Metodologia

Questo progetto è stato ideato e sviluppato da un team di dottori in Scienze Motorie e Psicomotricisti relazionali. Le attività che vengono svolte durante il percorso nascono dalla consapevolezza che i bambini hanno un forte bisogno di conoscere ed esplorare la realtà che li circonda attraverso il corpo e il movimento.

Con l’ausilio di situazioni di gioco, che durante l’infanzia costituiscono la forma privilegiata di attività motoria, creiamo un ambiente stimolante che offra al bambino la possibilità di compiere esperienze ludiche significative sotto l’aspetto motorio, cognitivo e relazionale. I giochi proposti vengono sempre contestualizzati all’interno di una storia che il professionista incaricato racconta ai bambini per fornire loro un luogo e un tempo in cui i piccoli possano sentirsi liberi di esprimere il proprio mondo interiore. La seduta si sviluppa poi intorno a giochi che partono dal movimento, ma che possono variare e trasformarsi in giochi simbolici, giochi di abilità o giochi di opposizione. Le proposte inoltre cambieranno di volta in volta seguendo una programmazione ragionata sulla base delle esigenze del gruppo e prevedono l’utilizzo di materiali diversi e stimolanti come: stoffe di varie forme e colori, palle di diverse misure, cerchi, corde, gomma-piuma e altri oggetti che possono rivestire una funzione simbolica all’interno del gioco.

Obiettivi

Le situazioni di gioco, i materiali proposti e il ruolo del professionista s’intersecano per il raggiungimento degli obiettivi che il nostro progetto si pone, ovvero:

  • Favorire l’espressività globale del bambino, attraverso il gioco, il corpo ed il movimento;
  • Permettere al bambino di sperimentare ed ampliare le proprie competenze, scontrarsi con le proprie difficoltà, conoscere i propri limiti, crescere secondo i propri ritmi;
  • Aiutare il bambino ad acquisire la consapevolezza delle proprie azioni sostenendo il piacere di agire, aiutandolo così a sviluppare un’immagine positiva di sé e a consolidare la propria identità;
  • Migliorare le capacità di attenzione, concentrazione e comunicazione verbale;
  • Implementare la capacità di orientarsi nello spazio e nel tempo;
  • Sviluppare l’autonomia negli spostamenti in equilibrio statico e dinamico;
  • Sviluppare competenze di motricità fine, spontaneità e intuizione nelle scelte motorie;
  • Favorire l’interazione e la socializzazione coi coetanei anche attraverso il rispetto di poche e semplici regole di convivenza;
  • Facilitare l’individuazione precoce di eventuali difficoltà in alcuni bambini.
Giochi per la motricità fine
Gioco simbolico

Verifica

Al termine di ogni seduta settimanale è sempre previsto un breve momento di restituzione e verifica dell’andamento del progetto con le insegnanti.

È possibile prevedere anche un momento di restituzione per le famiglie attraverso una presentazione di foto e immagini del percorso oppure attraverso una lezione aperta.

A chi è rivolto

Bambini e ragazzi da 1 ai 10 anni


Stefano Magli

Coordinatore del centro Movimenti

Stefano è il nostro coordinatore. Dal 2008 ha iniziato a lavorare con bambini in progetti di attività motoria, estate ragazzi e scuola calcio presso numerose associazioni in Torino e provincia.

Nel 2009 e 2010 ha collaborato presso la Creativa nella realizzazione di progetti di educazione psicomotoria presso diverse scuole materne.

Nel 2011 si è laureato presso l’università di Scienze Motorie e Sportive di Torino

Nel 2012 ha fondato insieme ad altri soci l’asd Olympiasport organizzando e attuando progetti di educazione psicomotoria nelle scuole per i bambini di età compresa da 2 a 8 anni.

Dal 2012 ricopre il ruolo di consigliere presso il consiglio direttivo dell'asd Olympiasport

Da settembre 2013 frequenta il corso di formazione in pratica psicomotoria e psicomotricità relazionale presso il CFP di Torino.

Dal 2018 ricopre il ruolo di amministratore delegato della cooperativa sociale Movimenti e di coordinamento generale del centro situato in via Poliziano 54 a Torino.

Nel Novembre 2020 si diploma presso il C.f.p di Torino come psicomotricista relazionale.

Maurizio Morgillo

Resp. Analisi e strategia

Dal 2006 ha iniziato a lavorare con bambini in progetti di attività motoria, estate ragazzi e scuola calcio presso numerose associazioni in Torino e provincia.

Nel 2011 si è laureato presso l’università di Scienze Motorie e Sportive di Torino

Nel 2012 ha fondato insieme ad altri soci l’asd Olympiasport organizzando e attuando progetti di educazione psicomotoria nelle scuole per i bambini di età compresa da 2 a 8 anni.

Dal 2012 e responsabile tecnico-organizzativo della scuola calcio Olympiasport di via Ventimiglia 195/a.

Da settembre 2013 frequenta il corso di formazione in pratica psicomotoria e psicomotricità relazionale presso il CFP di Torino.

Dal 2014 responsabile del progetto di educazione psicomotoria presso gli istituti: San Giuseppe Cafasso, Borgnana Picco, San Giulio d’Orta di Torino.

Dal 2016 è Presidente in carica presso l'associazione sportiva dilettantistica Olympiasport.

“il movimento è uno strumento che, se inserito in un contesto educativo accogliente e rassicurante può concretamente migliorare la qualità di vita un bambino/ragazzo” Maurizio Morgillo

Richiedi un incontro con un nostro professionista

Ti illustreremo senza impegno il progetto più adatto alla tua scuola

Dove siamo